full
image
#666666
https://www.wec-italia.org/wp-content/themes/zap-installable/
https://www.wec-italia.org/
#4a90c2
style2
(0039) 06 51605091 - 06 51435403
Via Mosca 32, 00142 Roma

Top news

12
lug

L’Energy & Strategy della School of Management del Politecnico di Milano ed RSE, con il contributo di JRC ed il supporto di Axpo, Edison, Enel X, E.On, EP Produzione, Epq, ERG e Siram, hanno curato la redazione di uno studio dal titolo “Analisi dello stato attuale e delle possibili evoluzioni dei mercati elettrici in Italia”, il quale intende analizzare lo stato attuale e le prospettive di sviluppo del Mercato per i Servizi di Dispacciamento (MSD) in Italia, con particolare attenzione alle potenzialità delle soluzioni adottabili per il superamento delle “criticità” che attualmente caratterizzano tale mercato.

05
lug

L’approccio alla povertà energetica è uno dei rilievi formulati dalla UE alla proposta italiana di Piano energia-clima: Bruxelles chiede obiettivi misurabili e dettagli sulle risorse finanziarie per attuarli. Sul fenomeno è tornata anche l’Arera con una segnalazione a Governo e Parlamento per sottolineare la necessità di una norma per rendere automatici i bonus sociali energia (e acqua), così si potrebbe “contribuire al contrasto della povertà energetica, garantendo un sostegno economico per la copertura della spesa energetica e idrica a tutti i 2,2 milioni di nuclei familiari che hanno una certificazione Isee utile per l’accesso al bonus che – quantifica il regolatore – considerando la loro dimensione media di 3,1 componenti, corrispondono a circa 6,8 milioni di individui”.

28
giu

Secondo l’Aie e lo studio che ha realizzato in vista del G20 energia e ambiente che si tiene in Giappone, “The future of hydrogen: seizing today’s opportunities”, il 2019 sarà un anno cruciale perché l’idrogeno si definisca come fonte di energia pulita privilegiata nella transizione. Il documento fa il punto sulla situazione attuale mettendo sottolineando le differenze con il passato, prima fra le altre il fatto “che adesso l’idrogeno prodotto da fonti non fossili sta ricevendo un forte supporto da parte di Governi e aziende”, come dimostra il lancio dell’ Hydrogen Initiative dell’Ue lo scorso anno, che ha l’obiettivo di diventare parte della low carbon strategy al 2050.

21
giu

Secondo un documento predisposto per il Consiglio Europeo del 20-21 giugno e riportato da EurActiv, sono ormai 18 gli Stati membri Ue a favore dell’azzeramento delle emissioni di CO2 al 2050: agli 8 Paesi che si erano ufficialmente espressi favorevolmente all’obiettivo durante il Consiglio Europeo dello scorso marzo, se ne sono infatti aggiunti altri 10, tra i quali anche Italia e Germania. Gli unici ancora esclusi sarebbero così solo Bulgaria, Estonia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lituania, Ungheria, Romania.

seta
default
Caricando gli articoli...
link_magnifier
#5c5c5c
on
loading
off