full
image
#666666
https://www.wec-italia.org/wp-content/themes/zap-installable/
https://www.wec-italia.org/
#4a90c2
style2
(0039) 06 51605091 - 06 51435403
Via Ostiense 92, 00154 Roma

Studi e analisi

26
set

Secondo la Task-force composta dai CFO di 34 aziende provenienti da 14 Paesi in diversi settori, impatto e misurazione, strategie e investimenti integrati, finanza aziendale e comunicazione, rendicontazione integrata, rappresentano le quattro aree chiave su cui le aziende devono concentrarsi per centrare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu (Sdg) nei settori della finanza e degli investimenti.

23
set

Le compagnie Neste e Shell Aviation hanno siglato un’alleanza nel settore dei carburante sostenibile per aviazione. Nello specifico la collaborazione riguarderà il Sustainable aviation fuel (SAF), con Neste che si occuperà della nella produzione e fornitura di diesel ‘rinnovabile’ mentre Shell metterà a disposizione le sue competenze nel campo della gestione dei combustibili..

16
set

Il Governo ha trasmesso al Parlamento le linee guida per il Pnrr (il piano nazionale di ripresa e resilienza). Il documento si articola in sfide, missioni, progetti e riforme. La transizione assume un ruolo centrale nel piano per la ripresa. I criteri per i progetti, comprendono l’esplicitazione di target intermedi, di costi e impatti economici, ambientali e sociali quantificabili e ragionevoli, la coerenza con gli obiettivi strategici e l’impatto su Pil e occupazione.

10
set

Lo studio H2 Italy 2050: una filiera nazionale dell’idrogeno per la crescita e la decarbonizzazione dell’Italia” realizzato da The European House – Ambrosetti in collaborazione con Snam presenta un piano basato su sei azioni per consentire all’Italia di valorizzare le grandi opportunità offerte dall’idrogeno e nello specifico: elaborare una visione e una strategia di lungo termine; creare un ecosistema dell’innovazione e accelerare lo sviluppo di una filiera industriale dedicata attraverso la riconversione dell’industria esistente e l’attrazione di nuovi investimenti; supportare la produzione di idrogeno decarbonizzato su scala nazionale; promuovere un’ampia diffusione dell’idrogeno nei consumi finali; incentivare lo sviluppo di competenze specialistiche sia per le nuove figure professionali sia per accompagnare la transizione di quelle esistenti; sensibilizzare l’opinione pubblica e il mondo dell’impresa sui benefici derivanti dall’impiego di questo vettore.

07
set

Secondo un recente rapporto presentato EY dal titolo “A Green Covid-19 Recovery and Resilience Plan for Europe” il rilancio dell’economia UE nel post-covid potrà contare sul dinamismo dell’industria europea, che ha già in cantiere un gran numero di progetti “green” pronti a partire. Lo studio infatti identifica 1.000 infatti progetti con il potenziale di generare investimenti per oltre 200 miliardi di euro, dare lavoro a più di 2 milioni di persone ed evitare l’emissione di 2,3 mld ton di gas-serra.

seta
default
Caricando gli articoli...
link_magnifier
#5c5c5c
on
loading
off