full
image
#666666
https://www.wec-italia.org/wp-content/themes/zap-installable/
https://www.wec-italia.org/
#4a90c2
style2
(0039) 3924822149
Via Ostiense 92, 00154 Roma

Posts Tagged ‘Regno Unito

09
dic

National Grid, gestore delle reti di trasmissione e distribuzione di energia del Regno Unito, ha concluso un accordo per la vendita di una quota del 61% delle sue attività di distribuzione del gas naturale nel Regno Unito a un consorzio internazionale di fondi infrastrutturali.
La transazione dovrebbe essere completata nei primi mesi del 2017; inoltre, National Grid e il Consorzio acquirente hanno espresso interesse in relazione a un potenziale futuro accordo per la transazione di un’ulteriore quota del 14% del capitale della compagnia.

18
nov

Il Segretario di Stato per l’Energia e i Cambiamenti Climatici del Regno Unito, Onorevole Ambra Rudd, illustrando la politica energetica nazionale perseguita dal Governo, ha annunciato l’intenzione di chiudere tutte le centrali elettriche a carbone del paese, entro il 2025.

10
ago

Il governo britannico ha pubblicato un documento di analisi e consultazione, ”Next Steps in CCS: Policy Scoping Document”, che riepiloga le politiche e le azioni di governo finora adottate per la Carbon Capture and Storage (CCS) nel Regno Unito ed esplora i possibili percorsi per stimolarne gli sviluppi futuri.
Il documento, nel ribadire l’impegno del governo britannico per agevolare la riduzione dei costi delle tecnologie della CCS e favorire la loro diffusione, afferma la necessità che la CCS divenire “sfruttabile commercialmente entro un decennio” e a tal fine invita tutti le parti interessate a esprimere la loro opinione sulle politiche esistenti e quelle che potrebbero permettere il decollo di una seconda fase delle attività della CCS.

29
mar

Il Regno Unito, grazie alla notevole quantità di riserve di idrocarburi situate prevalentemente nel Mare del Nord, è ancora uno dei maggiori paesi produttori di petrolio e gas naturale in Europa, dove si classifica al secondo posto per la produzione di petrolio e al terzo per quella di gas naturale. Tuttavia, il declino produttivo dei giacimenti ha gradualmente eroso l’autosufficienza energetica del paese, trasformandolo, a partire dal 2005, in importatore netto di energia. La necessità di chiudere gli impianti nucleari, divenuti obsoleti dopo circa quaranta anni di servizio, e di ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 20% rispetto a quelle del 1990, ha spinto il paese a privilegiare il gas naturale tra il mix di combustibili utilizzabili.

seta
default
Caricando gli articoli...
link_magnifier
#5c5c5c
on
loading
off