13
apr

Peabody Energy Corporation, il più grande produttore di carbone negli Stati Uniti (con circa il 20% della produzione nazionale), ha richiesto a un Tribunale fallimentare del Missouri l’apertura della procedura di amministrazione controllata per poter continuare ad operare scongiurando il rischio di fallimento. Alla società, che dopo quattro anni di perdite consecutive (tra cui una perdita di 2 miliardi di $ solo nello scorso anno) aveva accumulato un debito complessivo di 6,3 miliardi di $ alla fine del 2015, sarà consentito un periodo proroga di 30 giorni relativo al pagamento degli interessi scaduti in data 15 marzo 2016.