17
dic

Top News

S

tando all’analisi appena pubblicata dal Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), l’Italia è al di sotto della media europea nella produzione di energia dal settore agricolo e forestale. Questo è il fulcro dell’analisi contenuta nell’annuario 2020 dell’ente di ricerca Crea vigilato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
Uno dei capitoli dell’analisi è direttamente dedicato alle agroenergie. Nel capitolo si sottolinea come l’energia derivante da biomasse e biogas potrebbe diventare fonte strategica per la nuova politica energetica nazionale ma anche per la crescita delle singole aziende. Di fatto, secondo il documento, le biomasse sono la più importante risorsa di energia rinnovabile presente sul territorio nazionale. Tuttavia, per far progredire il settore bisognerà necessariamente affrontare il problema delle emissioni inquinanti. Il ministro Patuanelli e il ministro Cingolani hanno inoltre discusso le criticità derivanti dall’implementazione dei sistemi di energia agrivoltaica sottolineando il ruolo cruciale delle aziende agricole nella decarbonizzazione. Infine, il ministro Patuanelli ha firmato il decreto che ricostituisce il consiglio scientifico del Crea, che resta in carica per quattro anni. Carlo Gaudio, presidente dell’ente, presiederà il Consiglio composto da altri dodici esperti nominati dal ministro.

Scarica qui l’Annuario Crea→
                                                                                                                           
Fonte: Crea 

Notizie settembre 2021

Pubblicazione a cura di: WEC Italia

TEMI TRATTATI:

    • Ambiente
    • Carbone
    • Economia & Business
    • Elettricità
    • Nucleare
    • Oil & Gas
    • Rinnovabili

Comments are closed.