03
mar

Top News

D

alla “Relazione sulla politica dell’informazione per la sicurezza” relativa al 2020, presentata al Parlamento dall’intelligence italiana, emerge come nel 2020 i rischi per la dipendenza energetica nazionale si siano significativamente attenuati.

Per quanto concerne i mercati internazionali di idrocarburi, il 2020 si è caratterizzato per un eccesso strutturale di offerta, che ha avuto il duplice effetto di contenere il costo delle materie prime, con conseguenze positive sul saldo commerciale, e al allo stesso tempo di aumentare le forniture, comprimendo le potenziali implicazioni negative di qualsiasi interruzione dei ¬flussi provenienti da un singolo fornitore.

All’aumento della capacità del Paese di accedere ai mercati internazionali hanno contribuito anche gli sviluppi infrastrutturali, soprattutto nel settore del gas. In merito è stata fondamentale l’entrata in funzione del gasdotto TAP, tratto terminale del corridoio di trasporto che collega l’Azerbaigian con la Puglia, e che consente di soddisfare il 10% del fabbisogno nazionale.

Ad ogni modo la relazione evidenzia la necessità di continuare a monitorare l’integrità delle infrastrutture e la stabilità geopolitica nei Paesi fornitori e di transito dei flussi energetici, al fine di poter adeguatamente rispondere quando la fine della pandemia modificherà lo status quo odierno.

Leggi la relazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri →
                                                                                                                           
Fonte: Presidenza del Consiglio dei Ministri

Notizie marzo 2021

Pubblicazione a cura di: WEC Italia

TEMI TRATTATI:

    • Ambiente
    • Carbone
    • Economia & Business
    • Elettricità
    • Nucleare
    • Oil & Gas
    • Rinnovabili

Comments are closed.