12
mag

Top News

L

a Commissione Europea ha aperto la consultazione su due iniziative chiave in ambito Green New Deal: la strategia “Smart sector integration” e la revisione del regolamento Ten-E. Entrambe le consultazioni si concluderanno l’8 giugno.

La prima, Smart sector integration, ha l’obiettivo di connettere i vari comparti del settore elettrico (elettricità, gas, edifici, mobilità, industria), con l’obiettivo di ottimizzare il sistema e sfruttare le sinergie.
La strategia si basa sull’incremento degli utilizzi dell’elettricità (rinnovabile e a basse emissioni di CO2) potenziando la penetrazione di questo vettore in quei settori, come la mobilità e il riscaldamento degli edifici, dove l’impiego di combustibili fossili è ancora preponderante.

Le fonti fossili, si chiarisce negli obiettivi della strategia, dovranno essere progressivamente sostituiti da gas e altri combustibili rinnovabili e decarbonizzati, specialmente in settori difficili da decarbonizzare come il trasporto aereo o alcuni processi industriali”. L’idrogeno prodotto da elettricità rinnovabile svolgerà “un ruolo chiave”, insieme alla sostituzione del gas naturale con biometano prodotto da rifiuti agricoli. Il tutto secondo un approccio che promuova la circolarità e l’efficienza.

Il secondo regolamento, Ten-E, ha l’obiettivo di creare infrastrutture per la trasmissione dell’energia moderne, pulite, sicure, a prova di futuro e intelligenti per la realizzazione del Green deal.

Secondo i dati della Commissione, nel periodo 2021-2030 dovranno essere investiti mediamente ogni anno nelle sole reti elettriche 59,2 miliardi di euro.

Leggi il documento di consultazione su Smart sector integration →

Leggi il documento di consultazione su TEN-E →
                       
Fonte: UE 

Notizie maggio 2020

Pubblicazione a cura di: WEC Italia

TEMI TRATTATI:

    • Ambiente
    • Carbone
    • Economia & Business
    • Elettricità
    • Nucleare
    • Oil & Gas
    • Rinnovabili

Comments are closed.