17
set

Top News

N

ell’ultimo rapporto del Fuel Cells and Hydrogen Joint Undertaking viene ufficialmente riconosciuta la “Hydrogen Valley” di Bolzano, che, essendo attiva dal 2013, è ormai da ritenersi un centro di rilievo nella produzione di idrogeno verde.
Il centro per l’idrogeno di Bolzano è stato realizzato dalla collaborazione tra Autostrade del Brennero Spa e la Provincia Autonoma di Bolzano ed era stato concepito fin dall’inizio come un vero e proprio ecosistema dell’idrogeno, caratteristica che oggi gli conferisce lo status di “Hydrogen Valley”. Nel corso di un webinar organizzato da In Fieri e Mirumir in vista dell’evento HESE che si terrà a Bologna tra il 6 e l’8 ottobre, il Direttore dell’istituto per le innovazioni tecnologiche di Bolzano Thomas Klauser ha spiegato il funzionamento di questo centro all’avanguardia. Il centro è in grado di produrre fino a 400 kg di idrogeno verde al giorno grazie all’utilizzo delle sole sostanze pulite reperite localmente. Per ovviare al problema dei picchi nella domanda di energia, che rimane uno dei problemi tecnici nella produzione di energia rinnovabile, il sistema si avvale di un meccanismo di produzione che permette di verificare giornalmente la richiesta di energia locale al fine di programmare al meglio la produzione energetica. Il sistema fornisce l’energia necessaria per alimentare autobus e macchine a noleggio, con un costo di 11,29 euro al kg, prezzo che non viene considerato da Klauser come proibitivo rispetto agli altri combustibili. Inoltre, per Klauser, l’idrogeno è il combustibile del futuro e potrebbe contribuire efficacemente alla transizione ecologica degli automezzi (soprattutto considerando le problematiche inerenti allo smaltimento delle batterie delle e-car). L’altro utilizzo per l’H2 nell’impianto di Bolzano è il teleriscaldamento, attraverso il quale si abbassano le emissioni ma ad un prezzo più alto rispetto al normale costo del metano.
Alla luce dell’attuale evoluzione della Valley di Bolzano, il Direttore si è dichiarato più che soddisfatto dei risultati fin qui ottenuti da un progetto che va considerato pilota nel settore.

LEGGI QUI I REPORT FUEL CELLS AND JOINT UNDERTAKING→
                                                                                                                           
Fonte: In Fieri-Mirumir 

Notizie settembre 2021

Pubblicazione a cura di: WEC Italia

TEMI TRATTATI:

    • Ambiente
    • Carbone
    • Economia & Business
    • Elettricità
    • Nucleare
    • Oil & Gas
    • Rinnovabili

Comments are closed.