13
mag

Top News

S

econdo un recente studio della Commissione Europea – DG Energia – dal titolo ”Study on energy storage – Contribution to the security of the electricity supply in Europe”, nel settore degli stoccaggi elettrici le tecnologie idro, con i pompaggi, sono quelle attualmente utilizzate, oltre il 90% del totale.

Per quanto concerne gli accumuli elettrochimici di grandi dimensioni (in funzione e in progetto), il Regno Unito è il primo paese in UE per capacità con 5.499 MW, seguito da Irlanda (1.337 MW), Germania (509 MW), Spagna (196 MW) e Italia (81 MW). Se si guarda però alla sola capacità in funzione, il nostro Paese è al terzo posto con 56 MW, preceduto da UK (570 MW) e Germania (406 MW).

Negli scenario 2030 si evidenzia come la maggior parte della flessibilità europea sarà assicurata dalle centrali a gas, che metteranno a disposizione 348 GW di cui 285 GW Ccgt e 63 GW Ocgt, e che gli investimenti nelle reti avranno aggiunto interconnessioni transfrontaliere per 41 GW rispetto al 2020. Le batterie stazionarie raggiungeranno i 67 GW, che però, in caso di utilizzo ottimale della flessibilità dei veicoli elettrici e del riscaldamento degli edifici potrebbero scendere a 34 GW.

Nello scenario al 2050 invece, il calo dei costi gli elettrolizzatori permetteranno a questa soluzione di dominare il mercato in termini di capacità installata con 550 GW. Gli scenari indicano che idrogeno ed e-fuel forniranno un alto grado di flessibilità sia immagazzinando direttamente l’idrogeno che attraverso le attuali infrastrutture utilizzate per gli e-liquid.
Nel 2050 le centrali a gas continueranno ad avere un ruolo importante, anche se in un assetto rivoluzionato: saranno alimentate a biogas – e in misura minore a e-gas prodotti con il ciclo “power to gas to power”.

Un forte sviluppo si avrà anche per le interconnessioni, che rappresenteranno una crescente fonte di flessibilità arrivando a 142 GW in entrambe gli scenari considerati.

Scarica lo studio →
                                                                                                                           
Fonte: UE 

Notizie maggio 2020

Pubblicazione a cura di: WEC Italia

TEMI TRATTATI:

    • Ambiente
    • Carbone
    • Economia & Business
    • Elettricità
    • Nucleare
    • Oil & Gas
    • Rinnovabili

Comments are closed.