06
giu

Top News

R

ecentemente Acer (Agency for the Cooperation of Energy Regulators) ha pubblicato il nuovo rapporto che illustra i dati relativi agli scambi elettrici nell’UE, dove viene evidenziato come gran parte degli Stati Membri abbia spostato il termine relativo al “marginavailable for cross-zonal trade” (Maczt) dal 2020 al 2025, rimanendo ancora ben lontani dal target minimo vincolante del 70% di scambi elettrici disponibili rispetto alla capacità interzonale, fissato dal regolamento 2019/943 sul market design.
Nella seconda metà del 2020 il livello di Maczt è risultato molto differente a seconda della localizzazione geografica. In merito, per quanto riguarda la corrente diretta (DC), il target del 70% è stato centrato nella maggior parte delle ore, ma con importanti eccezioni: ai confini della Polonia con Lituania e Svezia solo nel 41 e 19% rispettivamente delle ore, tra Danimarca e Svezia nel 52%, tra Germania e Svezia nel 54% e tra Gran Bretagna e Irlanda nel 66%.
Sono invece risultati buoni i risultati relativi all’interconnessione Grecia-Italia, con target raggiunto nel 100% delle ore; il nostro Paese non è stato tuttavia promosso sul fronte delle interconnessioni a corrente alternata (AC), in cui il 70% e risultato disponibile solo nel 7% delle ore (incluse interconnessioni con i Paesi terzi).

Leggi il rapporto Acer (Agency for the Cooperationof Energy Regulators): →
                                                                                                                           
Fonte: Acer (Agency for the Cooperation of Energy Regulators) 

Notizie giugno 2021

Pubblicazione a cura di: WEC Italia

TEMI TRATTATI:

    • Ambiente
    • Carbone
    • Economia & Business
    • Elettricità
    • Nucleare
    • Oil & Gas
    • Rinnovabili

Comments are closed.